SISTEMI ANTINCENDIO

AD AEROSOL

I sistemi antincendio ad aerosol prodotti da Firecom Automotive sono a base di sali di potassio, un estinguente efficace, economico e assolutamente ecocompatibile. Il composto solido – detto compound – è contenuto nei generatori di aerosol: contenitori metallici non pressurizzati dotati di dispositivi che consentono di innescare la scarica del compound e di raffreddare l’aerosol durante l’erogazione.
Gli agenti estinguenti ad aerosol offrono un metodo unico di spegnimento degli incendi, attraverso una dispersione finissima nell’ambiente. Per effetto dell’energia ceduta dall’attivatore, il compound solido diventa gassoso, dando origine a un aerosol che interrompe la catena di combustione, senza ridurre l’ossigeno presente nell’ambiente.

COME AGISCE

L’azione di un sistema antincendio ad aerosol a sali di potassio è caratterizzata da una componente chimica e una fisica. Lo spegnimento avviene attraverso saturazione dell’ambiente.

Componente chimica

Si manifesta attraverso la creazione di legami chimici stabili tra i radicali di potassio e quelli prodotti dalla combustione, che ne interrompono la catena. Data la particolare composizione chimica dell’aerosol, esso è in grado di spegnere focolai d’incendio anche se non irrorati direttamente.

Componente fisica

Deriva dalla tendenza dei sali alcalini in forma di aerosol di stratificare nell’ambiente intralciando efficacemente le interazioni tra combustibile e comburente. Questo consente una sufficiente inertizzazione dello stesso ed evita pericolose riaccensioni dell’incendio.

I VANTAGGI

^

Vantaggi spegnimento aerosol

– non tossico ed ecocompatibile
– non danneggia le apparecchiature elettriche e meccaniche
– residui facili da rimuovere
^

Vantaggi impianto ad aerosol

– assenza di bombole e ugelli
– assenza di sovrapressioni durante la scarica
– design ricercato
^

Installazione

– semplicità di progettazione e installazione
– facilità di manutenzione
– economicità del sistema

DOVE SI PUÒ UTILIZZARE

UN SISTEMA DI SPEGNIMENTO AD AEROSOL?

I sistemi antincendio ad aerosol risultano particolarmente versatili proprio per le proprietà fisiche e chimiche che possiedono. Quantità contenute di prodotto possono proteggere grandi volumi e risultare efficaci anche là dove i tradizionali sistemi non riescono. Per questo l’antincendio ad aerosol a sali di potassio si pone come valida alternativa ad altri gas estinguenti, coniugando l’efficacia contro gli incendi al rispetto per l’ambiente, alla praticità e all’economicità. Adatto allo spegnimento di fuochi di classe A, B e C, per le sue proprietà fisiche non c’è il rischio di riaccensione dell’incendio.

AUTOMOTIVE

Sistema antincendio a controllo elettronico per la protezione del vano motore e del vano preriscaldatore di bus e minibus, senza bombole e ugelli. Si installa con facilità anche in retrofit.

CED e SALE SERVER

Automatici, senza bombole né ugelli, i sistemi ad aerosol non arrecano danni alle schede elettroniche. I residui che si depositano risultano secchi, facilmente asportabili e non invasivi.

IMPIANTISTICA CIVILE

Sistemi progettati per la protezione di ambienti di grandi o piccole dimensioni, da installare sia singolarmente che in combinazioni multiple e attivabili in maniera automatica o manualmente.

QUADRI ELETTRICI

Grazie alle polveri dielettriche, gli impianti antincendio ad aerosol sono ideali per spegnere incendi in presenza di impianti elettrici a medio e basso voltaggio, senza rischio di cortocircuito.

NAUTICA

Sistemi appositamente progettati per le imbarcazioni da diporto, con protezione dei vani motore fino a 30 metri cubi. Efficaci, piccoli nell’ingombro e leggeri, con omologazione RINA.

ARCHIVI E LUOGHI DI PREGIO

Sistemi studiate per impedire danni ai materiali cartacei o arredi di pregio. Le polveri residue risultano secche, facilmente asportabili e impediscono la riaccensione dei focolai.

NORMATIVE DI RIFERIMENTO

IMPIANTISTICA CIVILE
• UNI ISO 15779:2012 – Installazioni fisse antincendio. Sistemi estinguenti ad aerosol condensato – Requisiti e metodi di prova per componenti e progettazione, installazione e manutenzione dei sistemi.
• NFPA 2015 – Standard per impianti antincendio fissi ad aerosol. Revisione linee guida per l’approvazione di estintori fissi ad aerosol.
• UNI 9795:2013 – Sistemi fissi automatici di rivelazione e di segnalazione allarme d’incendio. Progettazione, installazione ed esercizio.
• UNI 11224:2019 – Controllo iniziale e manutenzione dei sistemi di rivelazione incendi.
• UNI EN 54 – Sistemi di rivelazione e di segnalazione d’incendio – da parte 1 a 25.
• UNI ISO 7240-19 – Sistemi fissi di rivelazione e di segnalazione allarme d’incendio. Parte 19: Progettazione, installazione, messa in servizio, manutenzione ed esercizio dei sistemi di allarme vocale per scopi di emergenza.
• CEI 20-45 – Cavi isolati per mescola elastomerica, resistenti al fuoco, non propaganti l’incendio, senza alogeni (lSOH) con tensione nominale U0/U di 0,6/1 kV.
• CEI 20-105 – Cavi elettrici resistenti al fuoco, non propaganti la fiamma, senza alogeni, con tensione nominale 100/100 V per applicazioni in sistemi fissi automatici di rivelazione e di segnalazione allarme incendio.
• CEI EN 50200 Metodo di prova per la resistenza al fuoco di piccoli cavi non protetti per l’uso in circuiti di emergenza.
• Decreto 22 marzo 2008, n. 37 recante “Regolamento concernente l’attuazione dell’articolo 11-quaterdecies, comma 13, lettera a) della legge n. 248 del 2 dicembre 2005, recante riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all’interno degli edifici” ha in parte modificato la documentazione da produrre per l’ottenimento del certificato di prevenzione incendi. Riferimento: lettera abilitazione “G” del D.M.37/08: impianti di protezione antincendio.
•UNI EN 15276-1-2:2019 Sistemi fissi di lotta contro l’incendio – Sistemi di estinzione ad aerosol condensato – Parte 1: Requisiti e metodi di prova per i componenti. Parte 2: Progettazione, installazione e manutenzione.
•UNI 10877-1:2000 Sistemi di estinzione incendi ad estinguenti gassosi – Proprietà fisiche e progettazione dei sistemi.
• Decreto Ministeriale DM 20 dicembre 2012. Regola tecnica di prevenzione incendi per gli impianti di protezione attiva contro l’incendio installati nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi.
VEICOLI SU GOMMA

• Regolamento n. 107 della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite (UNECE) – Disposizioni uniformi relative all’omologazione dei veicoli di categoria M2 o M3 con riguardo alla loro costruzione generale [2018/237]
• ISO 16750:2018 Road vehicles — Environmental conditions and testing for electrical and electronic equipment
• Regolamento n.10 per la compatibilità e l’immunità elettromagnetica (EMC) per le apparecchiature elettroniche automotive.
• Regolamento n. 118 della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite (UNECE) prescrizioni tecniche uniformi relative alla combustione e/o alla capacità di respingere combustibili o lubrificanti impiegati nella fabbricazione di alcune categorie di veicoli a motore [2015/622]

NAUTICA

• UNI EN ISO 9094:2017 – UNITÀ DI PICCOLE DIMENSIONI – Protezione antincendio. Norme per l’approvazione di tipo degli impianti fissi di estinzione antincendi ad aerosol per yacht di lunghezza non superiore a 24 mt.

•IMO MSC.1/circ 1270 del 4/06/2008 Revisione linee guida per l’omologazione di sistemi di estinzione di incendio ad aerosol fissi equivalenti ai sistemi a gas fissi, come riferito a SOLAS 74, per gli spazi macchinari.

VEICOLI FERROVIARI

• Norma UNI 11565:2016 Veicoli ferroviari – Progettazione, installazione, validazione e manutenzione di sistemi di rivelazione ed estinzioni incendi destinati ai veicoli ferroviari – Principi generali.

LA NOSTRA DOCUMENTAZIONE

CERTIFICAZIONI AUTOMOTIVE E NAUTICA

^

EMC E3 10R-04

^

R107-6

^

EMITEL ISO16750

^

RINA FPE 076617CS/001

^

RINA FPE 076617CS/002

CERTIFICAZIONI E TEST COMPOUND

^

Non tossicità

^

Ecocompatibilità

^

Vita utile aerosol

^

Test di stabilità

^

Test di spegnimento

^

Test di spegnimento quadri elettrici

COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA

^

Prove emc ua5-lcd

^

Prove emc acfe 45

^

Prove emc eolo